COSA PROPONIAMO

In occasione del decennale dalla nascita di marechiarofilmdesideriamo diffondere i nostri lavori proponendo quattro percorsi tematici che possano incontrare gusti e interessi di diverse fasce di pubblico, di studenti, appassionati di cinema, osservatori attenti della realtà e di tutti coloro che come noi pensano che la cultura sia uno dei più potenti strumenti a nostra disposizione per comprendere e agire sul mondo che ci circonda. A conclusione di ciascun percorso ci sarà la possibilità di prevedere un incontro tematico con Antonietta De Lillofondatrice di marechiarofilm e autrice dei film proposti.

 

A CHI CI RIVOLGIAMO

Gli interlocutori dei percorsi tematici che proponiamo sono:
• le SALE CINEMATOGRAFICHE che sempre di più vogliono differenziarsi uscendo dai tracciati della distribuzione tradizionale e offrire ai propri spettatori anche prodotti atipici e fuori formato, che hanno ottenuto riconoscimenti in festival italiani e internazionali e apprezzamento da parte della critica e del pubblico di qualità che è riuscito a vederli.
• gli STUDENTI delle scuole medie, dei licei, delle università, delle biblioteche, per dare loro consapevolezza di quanto l’audiovisivo possa aprire finestre sul mondo, sullo studio della storia, della cultura e della società, e offrire l’opportunità di una riflessione tecnica sulle immagini, sul loro linguaggio e sul loro utilizzo nella nostra vita quotidiana.

 

PERCHE’ INCONTRIAMO IL PUBBLICO

Accanto alle proiezioni dei film desideriamo trasformare i vecchi dibattiti, tanto odiati da Nanni Moretti nello storico Ecce bombo, in veri e propri incontri/lezione di cinema che abbiano come focus il linguaggio e la specificità del mezzo cinematografico, al fine di coinvolgere attivamente il pubblico nel racconto della realtà. Infatti per chi sarà interessato gli incontri saranno anche l’occasione per approfondire la conoscenza del film partecipato, forma innovativa di produzione e creazione collettiva peculiare di marechiarofilm, e di capire che cos’è e come si può partecipare al progetto in corso L’Uomo e la Bestia – film partecipato.

 

  •  NOI E GLI ALTRI

Un viaggio trasversale tra generi e formati, dalla finzione al documentario di creazione, al ritratto, al film partecipato, che mette in evidenza il cinema come arte collettiva, frutto di confronto e collaborazione, e come strumento per definire l’identità di un “noi” in relazione e dialogo costante con gli altri.

 


  •  METAMORFOSI NAPOLETANE

Metamorfosi Napoletane è l’unione del primo ritratto realizzato da  Antonietta De Lillo nel 1993, Promessi Sposi, e del suo ritratto più  recente, Il Signor Rotpeter, presentato alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Due conversazioni profondamente diverse, una con personaggi realmente esistenti e una con un personaggio inventato, ma unite dalla necessità dei loro protagonisti
di effettuare una trasformazione radicale su se stessi, una metamorfosi.

 


  •  COME UN ROMANZO

Il rapporto tra cinema e letteratura e la trasversalità della narrazione tra le diverse
piattaforme artistiche. L’incontro intimo ed emotivo in La pazza della porta accanto  con Alda Merini, una delle autrici più controverse della letteratura del Novecento. Il delicato tema della trasposizione cinematografica di un romanzo storico acclamato come Il Resto di Niente. L’impossibile conversazione con il protagonista immaginario di un racconto di Kafka, Il Signor Rotpeter, a cui il cinema dà vita oltre
la pagina scritta.

 


  •  RITRATTI DI CINEMA

La scoperta di due figure che hanno fatto la storia del nostro cinema: Angelo Novi, fotografo di scena sui set di alcuni tra i più grandi capolavori italiani, e Lucio Fulci, maestro dell’horror ancora oggi modello per registi internazionali del calibro di Quentin Tarantino. Due ritratti che giocano di contrappunto, rimandando allo spettatore un’immagine della settima arte contraddittoria e complementare, lontana
da etichette che ingabbino la complessità di una forma espressiva da sempre in bilico tra autorialità e entertainment.